20 febbraio 2007

playlist #5 

Playlist tributo ai Cure. Dedicata per intero ad un capolavoro dark/wave, che in questo 2007 compie i suoi 25 anni di vita, la cui onda lunga arrivata fino a me, mi auguro sommerga anche voi.

"I must fight this sickness, find a cure"

Un manifesto di minimalismo sonoro, di decadente intimismo emotivo

The Cure - Pornography (1982)

1. One Hundred Years
2. Short Term Effect
3. Hanging Garden
4. Siamese Twins
5. Figurehead
6. Strange Day
7. Cold
8. Pornography

Etichette:

12 Comments:

Anonymous rox ha scritto...

okay apprezzo ma... Annarella dov'è? mi aspettavo di sentire la voce di giovanni lindo ferretti aprendo!mi ci abituerò...

20 febbraio, 2007 21:15  
Anonymous rox ha scritto...

okay apprezzo ma... Annarella dov'è? mi aspettavo di sentire la voce di giovanni lindo ferretti aprendo!mi ci abituerò...

20 febbraio, 2007 21:15  
Anonymous rox ha scritto...

okay apprezzo ma... Annarella dov'è? mi aspettavo di sentire la voce di giovanni lindo ferretti aprendo!mi ci abituerò...

20 febbraio, 2007 21:15  
Anonymous rox ha scritto...

scusami analogico ma il mio computer sembra essere impazzito. non volevo lasciarti la tripletta identica!

20 febbraio, 2007 21:16  
Blogger emm ha scritto...

meno male che è colpa del pc... credevo ti fossi molto risentita per l'assenza di Annarella.. :)che dici della nuova playlist?

21 febbraio, 2007 09:21  
Anonymous V. ha scritto...

Ferretti resti pure a sproloquiare su santi e madonne... il mio socio, qui, ha messo su un pezzo di storia.
I CCCP li ho amati (e il titolare del blog sa quanto)... ma è una storia morta e sepolta, preferisco non assistere allo scempio che il papa-boy di Cerreto sta facendo del suo passato.
Qui c'è un'interessante intervista a Umberto Negri, primo bassista dei CCCP Fedeli alla Linea (dura quasi un'ora e pesa 27 MB, ma ne vale la pena).
Ciao, caro, grazie per "Pornography".

21 febbraio, 2007 10:19  
Anonymous rox ha scritto...

@analogicourbano: la playlist è molto bella anche se il monotematico lo trovo poco stimolante. che dire dei cure? mi sono sempre piaciuti anche se ho la tendenza a dimenticarmene. abbiamo gusti musicali molto simili! ;)

23 febbraio, 2007 01:28  
Anonymous rox ha scritto...

@ v.: ferretti resti pure dov'è e sono d'accordo. sono rimasta scioccata dalla sua intervista a otto e mezzo tempo fa. ho però letto qualche pagina di "reduce" e devo dire che è davvero con le parole ( e non è una novità). i cccp o csi sarebbero arrivati comunque alla fine, con o senza conversione. non è più tempo di punk islam (anche se io questa canzone la adoro). resta il fatto che hanno fatto la loro storia, li ho adorati e continuano a piacermi. le scelte estreme di ferretti non mi cambiano nulla.

23 febbraio, 2007 01:33  
Blogger emm ha scritto...

Credo sia importante (l'ho già scritto) scindere l'uomo dall'artista. Ferretti/uomo è passato da Peppone a Don Camillo con fin troppa naturalezza, ma in fondo sono fatti suoi. Ferretti/artista è già morto e sepolto da un pezzo, "per grazia ricevuta". Preferisco anch'io ricordarlo da "vivo", a cantare Annarella :)

23 febbraio, 2007 10:24  
Anonymous V. ha scritto...

Scindere l'uomo e l'artista si può fino a un certo punto: CCCP/CSI/PGR sono sempre stati caratterizzati dagli umori ondivaghi di Ferretti.
Ferretti si invaghisce di Kreuzberg ed ecco "Punk islam". Ferretti si appassiona a Fenoglio e arriva "Linea gotica". Ferretti se ne va in Mongolia e nasce "Ongii".
L'identità di Papa Giovanni Lindo I è cambiata (si è deteriorata) e così è accaduto anche ai PGR (due dischi prossimi all'inutilità). Dovreste sentire quel che dice Giorgino Canali in privato, di Ferretti... io, al confronto, son buono!
Rox.... trovi poco stimolante il monotematico? Prima dell'avvento degli mp3 esistevano gli album... uno si comprava un disco, lo metteva sul suo bel piatto, si preoccupava di cambiare il lato... e ASCOLTAVA. Ora si tengono 4000 canzoni su un hard disk e bene che vada, quando proprio i file non rimangono a marcire, li si consuma come un panino da fast food. Non è un caso che negli ultimi quindici anni i dischi interessanti che sono stati pubblicati si contino sulle dita di una mano.
Ok, smetto di fare l'anziano illuminato :)
Baci a entrambi.

23 febbraio, 2007 13:42  
Anonymous Rox ha scritto...

@l'anziano illuminato: hai ragione per quanto riguarda il consumo in stile fast food di mp3. io mi facevo le cassettine miste prendendo vari pezzi di vari album. ho qualcosa contro il monotematico a quanto pare. ;)

23 febbraio, 2007 15:49  
Anonymous rox ha scritto...

l'artista è solo una parte dell'uomo, per questo va diviso. i cccp, csi, pgr hanno seguito gli umori di ferretti, ma sono una parte della storia della musica. rimarranno comunque là anche se adesso sono morti. se gli va di fare il don camillo che lo faccia, infatti lo fa da solo!

23 febbraio, 2007 15:52  

Posta un commento

<< Home

BlogItalia.it - La directory italiana dei blog Feed XML offerto da BlogItalia.it Blog-Show la vetrina italiana dei blog! More blogs about analogicourbano.